Sotto a chi tocca! Cagliari-Juventus


Torna l’appuntamento settimanale con la rubrica “Sotto a chi tocca”, incentrata sulla prossima sfida di campionato della Juventus, attesa allo stadio Sant’Elia dal Cagliari.

I PRECEDENTI– Sono ben 33 i precedenti fra Cagliari e Juventus allo stadio Sant’Elia. In nove occasioni ha prevalso la squadra di casa, mentre i pareggi e le vittorie juventine sono 12. L’ultima vittoria casalinga del Cagliari risale al campionato 2009/2010, quando sulla panchina della Juventus sedeva Ciro Ferrara; gli isolani si imposero per 2-0 grazie all’eurogol di Nené nel primo tempo e al raddoppio di Matri nella seconda frazione di gioco. L’ultimo pareggio risale al 2006 (1-1 con i gol di Suazo e Cannavaro) mentre nell’ultimo precedente fra le due squadre, fu la Juventus ad imporsi, ribaltando il momentaneo vantaggio di Pinilla su rigore con la doppietta di Matri e il gol di Vucinic, anche se per dovere di cronaca, questa partita si giocò a Parma per l’inagibilità del Sant’Elia.

SITUAZIONE CAGLIARI– La squadra di Lopez sta vivendo un buon periodo di forma anche se l’ultima vittoria risale all’8 dicembre ai danni del Genoa; da quella partita il Cagliari ha pareggiato tre volte e nell’ultima partita disputata in casa è riuscito a bloccare il Napoli sul punteggio di 1-1. L’allenatore argentino sembra intenzionato a riproporre il modulo 4-3-1-2 con la conferma di Adán Garrido tra i pali e difesa composta dai titolarissimi: Astori e Rossettini in mezzo, Murru a sinistra e Pisano a destra. A centrocampo sarà Dossena a rimpiazzare Radja Nainggolan, passato in settimana alla corte di Luís García con la formula del prestito oneroso (3 milioni di euro) con diritto di riscatto della metà del cartellino, per la quale i giallorossi sborseranno altri 6 milioni di euro al Cagliari. Accanto a Dossena ci saranno Conti ed Ekdal con Cossu dietro a Sau e a uno fra Pinilla e Ibarbo.

SITUAZIONE JUVENTUS- Grandissimo momento di forma invece per la squadra di Antonio Conte che viene da dieci vittorie consecutive in campionato con un solo gol subito e marcia spedita verso quello che sarebbe il trentaduesimo scudetto della sua storia. Tuttavia, nonostante gli otto punti di vantaggio sulla Roma, Conte ha voluto (giustamente) buttare acqua sul fuoco, ricordando alla squadra che bastano poche settimane per perdere tutto il vantaggio accumulato. È quindi una Juve concentratissima quella che sbarca a Cagliari, con un’unica modifica rispetto alla partita contro la Roma; Barzagli è squalificato e al suo posto giocherà Cáceres. Per il resto formazione confermata, con Tévez e Llorente coppia d’attacco e Vucinic e Quagliarella pronti a subentrare in caso di necessità

ATTENZIONE A…– La Juventus è attesa da una trasferta molto ostica, contro una squadra che con le grandi ha sfigurato solo contro il Milan (sconfitta per 3-1 a S. Siro) mentre con Roma, Inter, Fiorentina e Napoli ha sempre fatto punti. La Juventus dovrà saper sfruttare la superiorità sulle fasce laterali con Lichtsteiner a destra ma soprattutto con Asamoah a sinistra, che sembra essere tornato ai livelli di inizio stagione; se arriveranno i cross dalle corsie laterali, i bianconeri potranno mettere in grossa difficoltà i centrali del Cagliari, in primo luogo con Llorente ma anche con gli inserimenti di Pogba e Vidal. I problemi per la Juventus potrebbero arrivare dalla zona centrale del campo dove Cossu e Sau giocheranno verosimilmente fra le linee per cercare di servire in aera Pinilla o Ibarbo.

QUOTE SNAI

Vittoria Cagliari    8

Pareggio                   4,25

Vittoria Juve          1,40