Paratici scaricato da Agnelli su Suarez: e potrebbe essere addio dopo 11 anni


Si sta per chiudere un anno nero per la Juve e di certo in Società si pesano le responsabilità di questa annata fallimentare.

Sul banco degli inputati è salito Pirlo che non ha saputo dare un gioco a questa Juventus e motivarla nel giusto modo.

Ma ci sono anche grosse responsabilità nella costruzione di una squadra, senza un regista, un terzino sinistro alternativo a Sandro e una quarta punta.

Colpe che ricadono su Paratici che dopo la separazione con Marotta ha compiuto non pochi errori.

Proprio ieri è stato Agnelli a scaricare su Paratici le responsabilità del caso Suarez: “ha fatto tuto lui!”. Una vicenda assurda che ha prestato il fianco della Juve a critiche, sospetti e tanto fango sulla legalità della Società.

E a Paratici si rimproverano anche colpi di mercato costosi e non proficui per la squadra.

A cominciare dai due parametri zero, Ramsey e Rabiot che percepiscono un o stipendio da 7 milioni di euro.

Anche Arthur comprato per 70 milioni di euro si è rivelato molto al di sotto delle aspettative.

E quest’estate la Juve ha visto partire gratis giocatori come Higuain e Matuidi.

Khedira è stato pagato a vuoto per un anno e mezzo e ancora non si riescono a cedere Douglas Costa, Rugani, De Sciglio.

Tra le note positive del suo operato Mckennie e Chiesa mentre Kulusevsky (40 milioni) alla sua prima stagione ha steccato.

Anche Morata che ha sostituito un attaccante del calibro di Higuain ha segnato pochissimo.

Insomma la fiducia della Juve è al minimo storico verso il suo Direttore Sportivo ma è anche vero che il tempo per imbastire la Juve 2022 è davvero poco per un cambio in dirigenza di questo livello.