Chiesa in panchina: persino con l’infortunio di Bernardeschi


Si è appena concluso il Derby d’Italia, il risultato è un pareggio probabilmente giusto con due squadre che non hanno impensierito con un tiro i portieri avversari.

Ma già alla lettura della formazione i tifosi bianconeri si son chiesti perchè l’uomo più forte della squadra in avanti, Federico Chiesa è stato tenuto in panchina.

E allegri di farlo entrare proprio non ne aveva intenzione tanto che quando si è infortunato Bernardeschi ha fatto entrare al suo posto Bentancur.

Una formazione alquanto bizzarra con un centrocampo orfano di Bentancur e Arthur che sono stati sostituiti da Mckennie. Ma il texano ha dimostrato tanti limiti per un ruolo di interdizione e costruzione troppo delicato.

La Juve in questo match ha mostrato tutti i suoi limiti offensivi. con la partenza di Ronaldo manca la punta che segna. Morata ha tirato una volta centrando il portiere e poi di testa con Handanovic fuori dalla porta ha buttato fuori la palla.

Probabilmente solo con il penalty la Juve avrebbe potuto segnare. Grande limite di questa squadra. Poi i complimenti a Dybala entrato con personalità e pronto a tirare in rete un pallone pesantissimo.

Resta il dilemma sulla scelta di Allegri che in una sfida così dura contro l’Inter ha lasciato in panchina Chiesa mettendo in campo giocatori come Bernardeschi o Kulusevski di certo non al suo livello.