Allegri scarica Kulusevski: sul mercato già a gennaio, la delusione


Paratici lo aveva preso come il super colpo, il giocatore che avrebbe dovuto aprire come un coltello caldo col burro le difese. Ma il giovane Kulusevki sembra proprio non saperne di esplodere. Le sue prestazioni sono sempre inconcludenti, con la palla tra i piedi pasticcia, si getta nella mischia ma senza grandi risultati.

In realtà ogni tanto una bella fiammata l’ha mostrata, penetrando fino a fondo area e mettendo la palla al centro. Ma troppo poco per un Allegri che chiede gol e più palloni determinanti.

Così contro la Fiorentina quando i viola erano addirittura in 10, il Mister lo ha lasciato in panchina e ha puntato tutto su Cuadrado. Il colombiano a 33 anni si è dimostrato come al solito più preciso e letale nel puntare il difensore e penetrare in area.

Sembra proprio che Kulusevski non diventerà l’erede naturale di Cuadrado e Allegri lo avrebbe già inserito tra i possibili partenti.

A chiederlo c’è davanti a tutti l’Atalanta, pronta a scommettere sui giovani talenti. Ma la Juve non scenderebbe sotto i 35 milioni, cifra che potrebbe arrivare più facilmente dalla Premier.

Soldi che farebbero comodo alla Juve per affondare le grinfie su Vlahovic.

Anche i tifosi bianconeri, nonostante la delusione, non sembrano più riservare tanta fiducia nel giovane svedese. Lo scorso anno fu Pirlo a cercare di trovare il ruolo più adatto a Kulusevski. Ma nonostante i diversi esperimenti ancora oggi non si capisce quale sia il suo ruolo appropriato. Venne schierato come punta, seconda punta, ala e perfino centrocampista per farlo partire da dietro.

A questo punto solo lui può ribaltare un destino che inizia a essere segnato.