Sotto a chi tocca! Livorno-Juventus


Dopo due settimane dedicate agli impegni delle nazionali, finalmente torna il campionato e la Juventus sarà impegnata a Livorno contro la squadra di mister Nicola.

Allo stadio Armando Picchi andrà in scena alle ore 15 di domenica la partita Livorno-Juventus, match attesissimo in terra livornese, dove la Juve troverà un ambiente molto complicato con lo stadio già tutto esaurito da ben più di una settimana.

SITUAZIONE LIVORNO– In casa Livorno, l’atmosfera è quella delle grandi vigilie, la squadra ha potuto preparare molto bene la partita poiché ha dovuto fare a meno dei soli Bardi e Ceccherini, impegnati nell’Under 21 contro la Serbia, che sono tornati agli ordini di Nicola nel secondo allenamento del mercoledì. L’unico problema per il Livorno non viene dall’infermeria ma dalla situazione disciplinare perché Paulinho, capocannoniere della squadra con i suoi cinque gol segnati in campionato, è stato fermato per un turno dal giudice sportivo. Sarà il nigeriano naturalizzato svizzero Innocent Emeghara quindi ad affiancare Siligardi nell’attacco amaranto. Per il resto, formazione-tipo con l’unico ballottaggio fra Duncan e Rinaudo; se la spunterà il secondo Emerson verrà avanzato sulla linea mediana.

SITUAZIONE JUVENTUS– Ben peggio se la sta passando Antonio Conte alla vigilia di questo match per il quale fra squalifiche e infortuni dovrà fare a meno di Bonucci, Ogbonna, Lichtsteiner (ancora non al meglio), Barzagli, Isla e Giovinco. Però c’è anche qualche buona notizia, visti i recuperi di Vucinic, Chiellini e Caceres. A causa dell’indisponibilità di tre quarti della difesa, in molti avevamo previsto la possibilità per la Juventus di tornare al 4-3-3, ma il forfait di Lichtsteiner ha convinto Conte a non abbandonare il collaudato 3-5-2, per non snaturare la squadra in un impegno tanto importante. A sorpresa sarà quindi Arturo Vidal ad occupare il posto di Bonucci nella difesa a tre juventina, ruolo già sperimentato dal cileno nella propria nazionale, mentre ai suoi lati ci saranno Caceres e Chiellini. Sulla mediana agiranno i soliti Pirlo (parole al miele di Conte nei suoi riguardi nella conferenza pre-gara), Marchisio e Pogba, con il morale a mille per la storica rimonta della Francia sull’Ucraina che ha regalato ai transalpini il biglietto per Brasile 2014. Davanti, l’unico sicuro del posto, come al solito, è l’Apache Carlos Tevez, con Quagliarella favorito su Llorente e Vucinic per giocare al suo fianco.

ATTENZIONE A…– Domenica sarà una partita molto difficile per la Juve, in trasferta con quasi tutto lo stadio contro e al cospetto di una squadra tecnicamente e soprattutto tatticamente molto preparata. Nicola vuole imbrigliare la manovra bianconera a centrocampo e infatti schiera una mediana molto fitta con cinque giocatori proprio per non lasciare la superiorità numerica alla Juve, errore commesso per esempio da Rafa Benitez dove i soli Inler e Behrami sono stati spazzati via dal centrocampo juventino. Inoltre, è molto probabile che le due punte amaranto si alterneranno in marcatura su Andrea Pirlo per sporcare le geometrie della Juve. Per la Juventus sarà fondamentale avere molta pazienza per cercare il varco giusto e fare molta attenzione alle ripartenze della coppia Emeghara-Siligardi, soprattutto oggi con una difesa juventina inedita.

La tavola è apparecchiata, a Livorno le previsioni meteorologiche sono positive e non ci resta altro che aspettare le 15 di domani pomeriggio per assistere, allo stadio o da casa, ad una bellissima partita.