Su Dazn confermano: “Il tocco di braccio di De Ligt non è rigore!”


La Juventus non si ferma più: i bianconeri battono anche il Torino e rispondono alla vittoria dell’Inter, nel pomeriggio, a Bologna. E’ De Ligt a firmare il successo nel derby ed è stato proprio il difensore olandese protagonista di un altro episodio da moviola che, ovviamente, ha scatenato i social.

Come sempre è la nuova regola relativa ai falli di mano a generare confusione: ormai tutti si sono convinti che qualsiasi tocco di mano o di braccio va punito con un rigore ma non è così. Sebbene il metro di giudizio sia di certo molto più severo in questo senso, restano comunque tanti i casi in cui un tocco col braccio o con la mano non va punito col penalty contro.

E’ stato proprio il caso di De Ligt che, sugli sviluppi di un angolo in avvio di partita, non ha avuto il tempo materiale per togliere il braccio dalla traiettoria del pallone. Senza contare che il braccio del difensore olandese era attaccato al corpo, altra discriminante che ancora resiste e che, anzi, oggi fa tutta la differenza del mondo.

A conferma del fatto che il tocco di braccio di De Ligt non fosse punibile col rigore arrivano anche le parole dei commentatori DAZN nell’intervallo del derby tra Juve e Torino: sia Camoranesi che Balzaretti hanno dichiarato senza mezze misure che la decisione di Doveri è quella corretta. Ma non c’erano grossi dubbi a riguardo, onestamente. In basso troverete l’intervento dell’ex Juventus, campione del Mondo con l’Italia nel 2006.