Zenga: “Donnarumma all’Europeo? le prime tre partite potevo giocarle anch’io”


L’ex portiere della Nazionale e dell’Inter Walter Zenga ha espresso il suo pensiero sull’Europeo di Gigio Donnarumma. E non si è risparmiato la battuta sostenendo che finora in porta poteva tornarci anche lui.

In realtà Donnarumma ha già compiuto degli ottimi interventi in particolare contro il belgio.

Non solo ha detto no a Lukaku ma ha anche parato in tuffo ad una mano una conclusione bellissima di De Bruyne.

E a dirla tutta proprio Zenga con la sua uscita a vuoto su Caniggia causò l’uscita dai mondiali di Italia 90.

Sempre Zenga aveva da poco polemizzato non comprendendo perchè chiamavano allenatori come Giampaolo e non lui.

Ecco le dichiarazioni di Zenga:

DONNARUMMA – «Come ho visto finora Donnarumma in questo Europeo? Le prime tre partite potevo giocarle anche io, poi come lo conosco: ragazzo che sa quello che vuole dalla vita e si fa scivolare addosso tutto. Anche la vicenda Milan-Psg. Questa Italia ha cinque leader: i due carismatici, Bonucci e Chiellini, quello tattico che è Jorginho e quello di fantasia, Insigne. E poi il leader calmo, Gigio, perché dà sicurezza a tutti».

PRIMO AL MONDO – «Troppo complicate queste classifiche. Si può dire che, quali che saranno le quattro semifinaliste di questo Europeo, lui è quello che ha dato la sensazione di maggior affidabilità. Rispetto a me che avevo esordito in A a 23 anni ha un grande vantaggio: ha 22 anni, ha già più di 200 partite con il Milan, ha fatto le coppe, sta giocando un Europeo da titolare e sta per giocare con il Psg: come non sperare che un giorno quel posto possa essere tuo?».