Szczesny è tranquillo: “Non ascolto le critiche. è questa la mia forza”


Szczesny polacco vero, si potrebbe dire! Alla domanda sulle critiche ha risposto proclamando la sua freddezza da uomo del nord Europa.

Ha spiegato che non ascolta le critiche e questa è la sua forza.

E in effetti sarebbe assurdo farsi demoralizzare dai giudizi negativi. ma si spera anche che Szczesny si dia anche una svegliata.

Già la scorsa stagione ne aveva combinata qualcuna di troppo, Porto andata e ritorno su tutte. Quest’anno un brutto europeo e un inizio di stagione horror con la Juve.

Che il polacco non fosse carismatico o un maestro sulle uscite già lo si sapeva ma ora ha iniziato anche a regalare papere da saponetta.

Fra l’altro guadagna uno stipendio da 7 milioni di euro, quanto Dybala per intenderci, ovvero un lusso per un portiere.

Con l’Udinese ha inventato due gol per pareggiare la partita. Con l’Empoli sarà un caso sfortunato ma Vicario ha regalato tre miracoli su Chiesa mentre la Juve ha preso un unico tiro in porta passato sotto le gambe di Szczesny.

Purtroppo il portiere diventa fondamentale come una punta perchè ogni errore vale un gol e poi bisogna farne due.

Ecco le sue dichiarazioni:

Uno dei miei punti di forza è sempre stato quello di estraniarmi dai giudizi, positivi o negativi che siano. Spesso i due estremi sono esagerati e la verità sta da qualche parte nel mezzo. Bisogna sempre guardare avanti e pensare alle partite successive, mi concentro su questo“.