De Sciglio alla firma: contratto lunghissimo per il 29enne


La Juve si appresta a giocare la Finale di Coppa Italia contro l’Inter. Da domani Arrivabene tornerà alle pratiche di rinnovo e in pole c’è il terzino destro tanto amato da Allegri.

De Sciglio, pur di non lasciare la Juve ,ha accettato un corposo ridimensionamento del suo stipendio che passa da tre a 1,8 milioni l’anno.

E così ormai manca solo la sua firma per un rinnovo triennale. Praticamente fino a a fine carriera dato che Mattia sta per compiere 30 anni a ottobre.

Per Allegri è un professionista serio, capace di giocare a destra e a sinistra.

Quest’anno è anche migliorato in fase offensiva dove si è proposto più volte per crossare. I tifosi non sono convinti però del rinnovo credendo che alla Juve servirebbero giocatori di spessore ben diverso. Non sono poche, inoltre, le frittate che De Sciglio combina in fase difensiva. Spesso si perde l’uomo o viene saltato e soprattutto con interventi goffi causa rigori evitabilissimi. I più eclatanti, quello regalato a Dzeko che comportò la sconfitta in Supercoppa. E col Genoa dopo aver perso l’attaccante sul primo gol, causò anche il penalty in maniera grottesca.

Ma Arrivabene a questo prezzo si fida di Allegri e lo terrà in squadra per ben tre anni, dimenticando i passati quattro in cui non si trovava una squadra che lo volesse.