Trapela la sfuriata di Nedved: ancora una frattura con Allegri


La situazione della Juventus sembra burrascosa anche fuori dal campo. E al centro del ciclone c’è Massimiliano Allegri.

Una gran parte dei tifosi non ha fiducia in lui e si lamenta dei risultati ma soprattutto del gioco espresso dalla squadra.

Anche nello spogliatoio però  sembra ci siano delle crepe. Non ci sono più i senatori storici a unire i giocatori e così si è assistito al siparietto Di Maria Milik. L’argentino davanti alle telecamere è stato colto mentre si lamentava del cambio di Milik con Kean, per lui incomprensibile.

Oggi trapela anche quanto successo dopo la sconfitta in casa col Benfica.

Nedved non ha resistito e dopo il fischio finale ha lasciato la tribuna e si è diretto negli spogliatoi a inveire contro squadra e Mister. Allegri in silenzio subiva la sfuriata del dirigente bianconero.

E infatti si è presentato molto in ritardo negli studi televisivi per il commento post gara.

Si riapre, se mai si è chiusa, la frattura fra i due. Nedved fu uno degli artefici del suo allontanamento. Pavel voleva un gioco più divertente e moderno.

Adesso la situazione è nuovamente precipitata, Nedved è tra i No Max e resta Allegri come unico parafulmine del tecnico. Oltre naturalmente ai 9 milioni di euro da pagare per altri tre anni.

Ma se dopo l’eliminazione Champions la Juve non centrasse nemmeno il quarto posto il danno economico sarebbe infinitamente più grave.

Il tecnico dopo i due anni di stop sembra aver perso quelle sue intuizioni e anche la regola dei 5 cambi non gli sta portando vantaggi e frutti in partita.