Incredibile Ronaldo: non festeggia coi compagni ai Mondiali e torna negli spogliatoi, immagini impietose


Un anno e mezzo fa, Cristiano Ronaldo decideva di lasciare la Juventus desideroso di tornare al Manchester United dove si era imposto agli inizi della sua sfolgorante carriera. Vista oggi, è stata la scelta che di fatto ha decretato la fine della carriera ad alto livello del cinque volte Pallone d’Oro, passato presto dalle coccole bianconere agli asti, litigi e incomprensioni in Inghilterra che si sono trascinati anche in Nazionale.

Il Portogallo ha una nazionale forte e giovane, autore fino ad oggi di un Mondiale davvero di alto livello. Come qualità di gioco, i lusitani probabilmente sono secondi solo al Brasile. Ieri sera, contro la Svizzera, è andato in scena un massacro calcistico: il 6-1 finale rifilato agli elvetici lascia poco spazio alle interpretazioni.

Al festival del gol non ha partecipato Cristiano Ronaldo, clamorosamente escluso dall’undici titolare dal c.t. Fernando Santos e mandato in campo a qualificazione ormai ottenuta, ad un quarto d’ora dal termine. CR7 ha pagato lo sfogo in mondovisione nel momento della sostituzione contro la Corea del Sud, una scenata costata carissimo.

Gonçalo Ramos, suo sostituto, ha siglato una bellissima tripletta, ulteriore segnale di un cambio della guardia arrivato forse prima del previsto. Ronaldo è una primadonna, non accetterà mai il ruolo di “chioccia” per i giovani o di “subentrante” chiamato in causa eventualmente per ribaltare le sorti di una partita. Ed è per questo motivo che a fine partita è arrivata la reazione che complica ulteriormente la sua posizione all’interno del gruppo.

Mentre i compagni stavano festeggiando col pubblico sugli spalti, Cristiano è stato l’unico a recarsi negli spogliatoi, con volto scuro e visibilmente contrariato. Una scena che in patria non gli hanno perdonato e che ha scatenato anche i commenti dei suoi familiari: dalla moglie Georgina alla sorella, sono piovuti commenti duri e ironici nei confronti del c.t. che, però, mai come stavolta è uscito rafforzato da una decisione così forte.

Guarda qui la reazione di Ronaldo al fischio finale di Portogallo-Svizzera.